30 agosto 2015

SETTORI GIOVANILI - La GHERArDI CARTOEDIT RIPARTE L'INTERO MOVIMENTO.

Lunedi 31 agosto 2015 le attività pallavolistiche dei gruppi under riprendono a pieno regime;  presso il palaAndrea Joan di Città di Castello, sala A e B, dalle ore 08.00 alle 23.00 si rianimeranno di atleti ed atlete dalle magliette rosse, vogliose di riprendere ad allenarsi in vista di una nuova stagione  che tutti si auspicano foriera di interessanti risultati, nonché periodo importante di crescita  sportiva e soprattutto caratteriale,  uno stile di vita basato  sullo sport come momento di aggregazione, di attività di gruppo ed anche di risultati sportivi.  I nostri ragazzi avranno molto da apprendere dagli istruttori dei vari gruppi che sono stati costituiti per affrontare in maniera la più completa possibile l’attività pallavolistica a livello provinciale e regionale umbra e dovranno al di la di tutto  tenere presente che la pallavolo è essenzialmente e solamente un gioco di squadra dove  si gioca in 12, si vince in 12 e si perde in 12;  le maggiori soddisfazioni comunque  il singolo atleta le può ottenere dalla voglia del proprio io di crescere ed apprendere durante gli allenamenti, riuscire a giocare una pallavolo oltre che tecnico/tattica anche e soprattutto mentale,  ponendosi di volta in volta un proprio obbiettivo da raggiungere ed un nuovo scalino di risultato da salire; imparare e perfezionarsi per se stesso e per la squadra.
L’organizzazione societaria  del presidente Caselli  ha predisposto un intenso piano di allenamenti per il periodo che arriverà fino all’inizio delle scuole, quando le attività ludico sportive verranno riproposte come sempre al pomeriggio; il team di allenatori impegnato nei gruppi under è pronto per incominciare; con l’esperto  Enrico Brizzi ci sono,  Marco Bartolini, Michele Menghi, Luca Bondi, Andrea Madau Diaz, Massimo Calogeri, Laura Boncompagni,  Beatrice Giorgi, Lucia Filippini.
Anche quest’anno la pallavolo Città di Castello – Gherardi Cartoedit, cercherà di onorare la propria longeva età di attività svolta nel Comune di Città di Castello dal 1966 nel femminile e dal 1972 nel maschile con la partecipazione  a quasi tutti i campionati  proposti dalla Federeazione;  un piccolo dato statistico che fa onore al nostro movimento e che non deve passare inosservato è che NOI rappresentiamo il 10% del movimento pallavolistico della Regione Umbria.       

Presso il Palazzetto AndreaJoan, sono sempre aperte le iscrizioni ai gruppi ed all’attività per il  “Minivolley Biancorosso & per la Scuola Federale di Pallavolo”; chiunque volesse iscriversi od avere informazioni può rivolgersi al personale presente  nell’impianto cittadino durante gli orari di allenamento.





GHERARDI   CARTOEDIT
- Città di Castello pallavolo -

e-mail    -    cdcpallavolo@libero.it
Facebook - cittàdicastello pallavolo - settore giovanile 
Valerio  Mancini

28 agosto 2015

Si presenta la b2 ecco la squadra

La nazionale del sitting volley a Gubbio

Inizia la preparazione della serie b2 con qualche problema

SOLO GIOVANI GRAZIE!!!

SANSEPOLCRO - Ci siamo... e che una nuova stagione abbia inizio. Si perché dalla prossima settimana, scaglionati, tutti i settori giovanili di tutte le societa' della Valtiberina inizieranno la nuova stagione.
Tantissimi i ragazzi e le ragazze impegnate, dall' UNDER 12 ai campionati di serie, per questo, abbiamo deciso di dare spazio ( perlomeno io e SARA ) SOLO ED ESCLUSIVAMENTE ai SETTORI GIOVANILI, riconvertendo il BLOG alla sua ORGINE.

Per chi volesse mandarmi informazioni, anche semplici sull'attivita' giovanile della propria società, vasta che mi invii una mail a valerinik@teletu.it

Oppure mi puo' contattare sul mio profilo FACEBOOK.

VLRNK

25 agosto 2015

LUGNANESE VOLLEY SOGNO o UTOPIA.

Lugnano in Teverina ( TR ) e' un paese di circa 1.500 e una superfice comunale di circa 30 km quadrati, sinceramente non ci sono mai stato e non so nemmeno se c'e' una squadra di pallavolo ( spero di si ).

In realta' la LUGNANESE VOLLEY, nata per gioco, rappresenta una societa' al NETTO dei problemi di ogni qualsiasi societa'. Un sogno una utopia.

Ripeto, al NETTO dei problemi, perche' conosciamo bene le difficolta' che ogni realta' deve affrontare, numeriche, economiche, di spazi palestra, di sponsor, di reclutamento ecc. ecc. Per questo alla fine ci rifugiamo ( schersosamente ) nel dire, AH! LA LUGNANESE.

Si perche' il Presidente di questa societa' ha ben chiaro quali siano le priorita' per la propria realta'. Si perche' alla LUGNANESE c'e' una vera "prima squadra " ed e' il Minivolley.
I bambini, come dice spesso " vanno considerati piccoli atleti, che vengono da noi per imparare uno sport, per divertisi lavorando, per sentirsi al centro di un progetto che passa attraverso le loro capacita, ma anche attraverso a cio che' insegnano loro ".
Per questo alla LUGNANESE i primi allenatori che vengono scelti sono quelli per il minivolley, che non devono avere per forza esperienza, ma che devono aver voglia di trasmettere una passione attraverso il gioco e la tecnica.
" Abbiamo capito che: - dice sempre a tutti il Presidentissimo - il vero reclutamento lo si fa' attraverso l'entusiasmo e la competenza degli allenatori, perche il PASSAPAROLA e' la piu' grande PUBBLICITA' per la nostra societa'.
Per questo incentiviamo gli allenatori, stabilendo un rimborso BASE, che aumenta in percentuale al numero di bambini che arrivano durante la stagione ( ma che non scende mai sotto la base se diminuiscono ). Ci sembra giusto responsabilizzare anche i collaboratori per renderli partecipi alla filosofia societaria."

Insomma, la BASE per spingere il VERTICE...

Ben detto Presidente...

VLRNK

SETTORI GIOVANILI - Pallavolo Città di Castello CORSI MINIVOLLEY

Con l'inizio della nuova stagione agonistica 2015/2016 sono aperte le iscrizioni per la Scuola Federale di Pallavolo ed il Minivolley Biancorosso. Questa settimana al PalaJoan tutti i pomeriggi dalle 18.00 in poi si potranno avere informazioni e chiarimenti; -- dal 31 agosto 2015 la segreteria della società sarà attiva anche al mattino in concomitanza con l'inizio dell'attività di tutti i gruppi under.

CAMPIONATI GIOVANILI - CITTA' DI CASTELLO PALLAVOLO 3x3 under 13 mascile

 I ragazzi di mister Brizzi accompagnati dal dirigente Giogli.

In occasione delle fiere di San Bartolomeo a Città di Castello i ragazzi dell'under 13 della GERARDI CARTOEDIT, campioni regionali, che hanno partecipato alle finali nazionali di categoria a Cagliari, sono stati premiati coem Eccellenza sportiva della passata stagione.
Un plauso a questi ragazzi al loro mister e un in bocca al lupo per la nuova stagione.

VLRNK



20 agosto 2015

SETTORI GIOVANILI - SAN GIUSTINO VOLLEY APRE LE ISCRIZIONI.







IL 26 AGOSTO SI APRONO LE ISCRIZIONI: SEDE SOCIALE A DISPOSIZIONE TUTTI I MERCOLEDI’ E I VENERDI’ POMERIGGIO


La società San Giustino Volley rende noto agli interessati che da mercoledì 26 agosto saranno aperte le iscrizioni per coloro che vogliono svolgere l’attività della pallavolo e delle discipline propedeutiche, relativamente alla stagione 2015/2016. Possono iscriversi bambine e bambini che abbiano compiuto i 5 anni di età. La sede sociale, presso il Pala Volley di via Anconetana 14, è a disposizione tutti i mercoledì e i venerdì dalle ore 17.30 alle ore 20.00. Per qualsiasi informazione e chiarimento, si può telefonicamente contattare il responsabile del settore giovanile biancazzurro, Nicola Mattei, al seguente numero: 328 7431178.

San Giustino, 20 agosto 2015


Ufficio stampa
Claudio Roselli
338 3525890
v

19 agosto 2015

Semplice analisi sul DROP OUT o ABBANDONO PRECOCE D'ATTIVITA' SPORTIVA.

Quante volte capita che si inizia una stagione sportiva con squadre composte da 15/16 atleti/e e a fine stagione si fatica ad arrivare a 8/10?
Quali possono essere i motivi?

Sono sicuro che tutte le nostre società sportive, alla fine di una stagione, fanno una attenta analisi sul fenomeno dell'abbandono precoce di ragazzi, e di conseguenza facciano le dovute correzioni per evitare questo fenomeno, che sempre inevitabilmente incide numericamente ogni stagione.

Il termine tecnico esatta è: fenomeno di DROPOUT o abbandono precoce dell'attività sportiva. Sottovalutano perché alla fine di ogni stagione, mediamente ( dati a campione su più di 250 società pallavolistiche ) il fenomeno del DO incide per oltre il 25 % degli atleti, soprattutto in età compresa tra i 16 e i 18 anni.

Partiamo dall'assunto che la Pallavolo e' uno sport di per sé difficile e molto tecnico e che prima di aver acquisito delle competenze e capacità necessarie per raggiungere il giusto livello di soddisfazione ci vuole tanto lavoro e tanto tempo, spesso attraverso esercizi che sono anche abbastanza noiosi.

Detto questo va da se che i motivi di abbandono sono:
la " RIUSCITA "
il fattore " NOIA "...
Il rapporto con gli "ALLENATORI "
Quello con i compagni" COMPAGNI "
L'eccessivo AGONISMO
la mancanza di SPAZI ( intesi come squadra per giocare )
poi, ma sono veramente marginali gli abbandoni per  INFORTUNI .

Su questi, in base ai propri obiettivi, ogni societa' ha il potere d'intervenire, perlomeno cercando di capire quanto questi fenomeni si possano limitare.

Mentre ci sono altri aspetti sui quali resta difficile intervenire ma che restano ugualmente estremanete presenti:

I TROPPI IMPEGNI, LO STUDIO, LE DIFFICOLTA' LOGISTICHE, e non da trascurare, anche l'aspetto ECONOMICO. I GENITORI che non appoggiano i figli ecc. ecc.

Ovviamente, questa e' un analisi sommaria, e l'obiettivo e' solo quello di farci qualche domanda quando vediamo che il fenomeno del DO e' troppo accentuato. Del resto, le risorse " ATLETA " sono la linfa vitale delle nostre societa' e incidono, parlando chiaro, in maniera consistente sul BUDGET economico .

La nostra RICETTA? ATTENZIONE, DIVERTIMENTO, RISPETTO DELLE CAPACITA', ma soprattutto CONTROLLO!!!

VLRNK

18 agosto 2015

VINCOLO SOCIETARIO e SERIETA' DELLE SOCIETA'.

Senza entrare troppo in merito alla giustizia sportiva e alle regole, il VINCOLO SOCIETARIO e' sempre POCO SPIEGATO ai GENITORI degli atleti che si accingono a iniziare la loro avventura nel mondo della pallavolo perché dovrebbero essere messi a conoscenza che:

il giovane atleta dal 14° anno di età (13° per chi è nato dopo il mese di giugno, visto che la Federazione, ai fini dell’instaurazione del vincolo, tiene conto dell'anno solare di nascita) sara' vincolato con la propria societa' sportiva fino al 24° anno di età.

Prendo spunto dalla socita' di CATTOLICA VOLLEY , che preferisce tutelare i propri alteti sottoscivendo l'impegno di SVINCOLO qual'ora la stessa SOCIETA' non risponda piu' alle apettative e esigenze o semplicemente non ne voglia fare piu' parte. 
Ovviamente questo tipo di documento rappresenza tuna grande prova di serieta' ma sopratutto e' un impegno per la societa' per mantenere i propri atleti cercando di dare loro un prodotto all'atezza delle aspettative e garantisce, qualora i genitori abbiano altri tipi di problemi, di poter mantenere l'attivita' sportiva dei propri figli.




Estartto da VOLLEYBALL.IT



[...] La normativa FIPAV attualmente in vigore prevede che fino ai 14 anni il vincolo ha durata annuale, con la conseguenza che il giovane tesserato, nel periodo tra i 5 e i 13 anni di età, può decidere alla fine della stagione agonistica (30 giugno) se rimanere o se cambiare squadra, senza che il sodalizio presso il quale ha giocato possa vantare alcun diritto economico e/o sportivo nei suoi confronti.
La vera e propria instaurazione del vincolo si verifica all'inizio della stagione sportiva (1° luglio) durante la quale il giovane atleta compie il 14° anno di età (13° per chi è nato dopo il mese di giugno, visto che la Federazione, ai fini dell’instaurazione del vincolo, tiene conto dell'anno solare di nascita) con la nascita di un legame decennale che dura fino alla fine della stagione sportiva di compimento del 24° anno di età.

Questo comporta che per questi 10 anni un atleta e' effettivamente vincolato con la societa' di appartenenza .

Salvo l'esborso economico da parte di altro sodalizio (in molti casi, da parte dell’atleta di tasca propria) o l'indulgenza del club a rilasciare il nulla osta di trasferimento a tempo indeterminato per una cifra irrisoria (da segnalare, inoltre, che qualche sodalizio prevede nel proprio statuto l'inesistenza del vincolo), l'altra via per far cessare tale legame è rappresentata dalle tipiche - in quanto previste dai regolamenti federali - modalità di scioglimento del vincolo. [...]

VLRNK